L’ora dell’aperitivo di Marzo 2019 con… Lorenzo Fiori, già Chief Technology Officer di Finmeccanica, oggi Direttore Generale della Fondazione Leonardo Civiltà delle Macchine
Marzo 6, 2019
L’ora dell’aperitivo di Maggio 2019 con… Paolo Cederle, Presidente & Country Manager Everis Italia, precedentemente CEO di U.B.I.S. Scpa, società di servizi di Unicredit Group
Maggio 8, 2019

L’ora dell’aperitivo di Aprile 2019 con…

RoadJob, un viaggio straordinario, in grado di creare una nuova relazione dell’industria con il territorio e il tessuto sociale

Il 25 Marzo a Erba il Dottor Pasquale Bressi Pizzimenti, Amministratore Delegato e Direttore Scientifico della Società di Scienze Comportamentali, ha avuto il piacere di partecipare come relatore al Carrer day “alla rovescia”, evento culmine promosso da RoadJob, progetto culturale nato per favorire il networking tra aziende e studenti che si avvicinano al mondo del lavoro nei territori di Como, Lecco e Brianza, finalizzato alla creazione di attività concrete per sostenere l’innovazione e creare una proficua sinergia tra l’industria e il mondo della scuola.

Gli obiettivi che RoadJob si è proposto sono riassumibili nel dare sostegno ai giovani, ascoltandoli attraverso uno scambio aperto e costruttivo; fornire loro gli strumenti per affrontare le nuove sfide; ispirare le nuove generazioni coinvolgendole in casi di successo aziendali e aiutare gli studenti a orientarsi attraverso esempi pratici.
Le attività e gli appuntamenti di RoadJob costituiscono per manager e imprenditori uno scenario nuovo e alternativo in cui raccontarsi: un luogo ideale dove ritrovare energie e realizzare una partecipazione attiva al cambiamento culturale.

Il Direttore del Personale di Rodacciai, Mauro Califano, in occasione del primo evento RoadJob del 12 ottobre 2018 al Politecnico di Milano, ha affermato che “in questo periodo di forte innovazione dei processi industriali, anche il mercato del lavoro si è profondamente trasformato e le nuove generazioni possono essere protagoniste di una rivoluzione culturale che passa dalle fabbriche, oggi ancor più che in passato luoghi di sviluppo e di crescita professionale”.

Dal giornale online della Provincia di Monza e Brianza del 15 marzo: “Il mondo del lavoro bussa alla porta delle scuole: il progetto RoadJob, nato su impulso delle imprese dei territori di Lecco, Como e Brianza, entra negli istituti scolastici per offrire alle nuove generazioni un percorso formativo e un confronto diretto con le realtà produttive del territorio. Dal 28 gennaio al 21 marzo, 200 studenti delle 13 sedi di 11 scuole professionali e istituti tecnici superiori delle tre province sono impegnati in incontri formativi con i relatori del mondo delle imprese per conoscere e acquisire quelle competenze oggi ricercate dalle aziende. In totale sono 31 i workshop in programma. In Brianza partecipano all’iniziativa l’Istituto Tecnico Industriale E. Fermi di Desio, l’Istituto Tecnico Industriale  P. Hensemberger di Monza e l’Istituto Tecnico Industriale Leonardo da Vinci di Carate (MB).
I tavoli di lavoro coinvolgono gli studenti sul tema delle ‘Soft skill’, quelle attitudini e competenze trasversali che si maturano fuori dai percorsi scolastici e che completano la figura del lavoratore; Industry 4.0 e le trasformazioni digitali sono raccontate dai protagonisti del cambiamento nelle aziende del territorio, infine sono previste attività di  brainstorming e di gruppo per preparare i giovani al confronto con manager e imprenditori.
Il progetto Roadjob è la risposta ad un problema comune a molti distretti industriali: se da un lato le imprese necessitano di professionalità sempre più specifiche per supportare processi produttivi innovati dalla tecnologia, dall’altra parte i giovani faticano a trovare una propria collocazione in un mercato del lavoro profondamente mutato.
In questo contesto imprese, professionisti e scuole uniscono le forze. “Agrati Group si interfaccia da tempo con gli indirizzi tecnici del territorio ma Roadjob ha permesso un cambio di passo, un sodalizio sempre più stretto con il mondo della scuola – spiega Emanuele Mistò, Plant Manager di Agrati, azienda partner del progetto – Negli incontri con gli studenti spieghiamo cosa l’azienda cerca da un tecnico, approfondiamo i contenuti riguardanti i processi produttivi specifici delle imprese del territorio, competenze e attitudini richieste. Il compito dell’operaio oggi non si limita ad un lavoro manuale, è una figura che conosce i meccanismi di produzione e per primo può fornire spunti per miglioramenti”. È quanto i relatori del mondo delle imprese hanno cercato di trasmettere agli studenti negli incontri negli istituti scolastici. “È stata un’esperienza decisamente positiva e i ragazzi si sono dimostrati molto interessati – racconta la prof. Alessandra Paiella, docente dell’Istituto Tecnico Industriale E. Fermi di Desio –  Gli incontri con le aziende sono stati, per gran parte degli studenti degli indirizzi di meccanica e meccatronica, una conferma sulla loro idea di futuro lavorativo, ampliando i loro orizzonti rispetto alle competenze e le conoscenze richieste delle imprese. Coinvolgente è stata anche la parte condotta dalle agenzie interinali, con la redazione dei curricula e la simulazione dei colloqui, che ha offerto ai giovani la possibilità di sperimentare, senza conseguenze, una delle prime prove d’ingresso nel mondo del lavoro”.
“Abbiamo bisogno di costruire un nuovo racconto, capace di mostrare ai giovani e alla famiglie le opportunità lavorative nelle realtà produttive del territorio. Abbiamo un patrimonio inestimabile di centinaia di aziende, vere e proprie eccellenze nella meccanica, nel mobile, nel tessile e in tanti altri settori. Aziende che hanno scritto e scriveranno la storia del nostro territorio: stanno investendo in tecnologia e necessitano di professionalità altamente specializzate. Perché i percorsi scolastici per estetiste, igienisti dentali e cuochi registrano il tutto esaurito, mentre i corsi di meccanica, meccatronica, elettronica e automazione industriale faticano a trovare iscritti? – spiega Marco Onofri, membro del consiglio direttivo di Roadjob e all’interno delle Risorse Umane di Rodacciai – I workshop nelle scuole sono una prima tappa di un progetto che stiamo costruendo insieme ai partner della rete. Molte realtà del territorio stanno mostrando interessate per questa iniziativa e restiamo aperti a nuove collaborazioni”.

Le aziende e i professionisti partner di RoadJob
Acciaitubi Spa (Lecco / Terno D’Isola – BG), Api Lecco (Lecco), Caleotto Spa (Lecco), Panzeri Spa (Bulciago -LC), Primat Spa (Olginate – LC), Rama Fluid Srl (Oggiono – LC), Rodacciai Spa (Bosisio Parini – LC) Rosval Srl (Nibionno LC), Carcano Antonio Spa (Mandello – LC), Deca Srl ( Monte Marenzo – LC), Tentori Enzo & Co Srl (Valmadrera – LC)

Agrati Spa (Veduggio – MB), Compo-Tec Srl (Desio – MB) Poliplast Srl (Albiate B.za – MB), Dai Spa (Tavernerio -CO /Firenze), Technè Srl (Erba – CO), Trafilerie San Paolo Srl (Erba CO)

Le scuole partner di RoadJob
ISIS Romagnosi (Erba – CO), ENAIP  (Lecco e Cantù-CO), ENFAPI (Erba e di Lurate Caccivio -CO), ASFAP  (Como), Istituto Aldo Moro (Valmadrera-LC), IISS Greppi (Monticello Brianza -LC), IIS Fiocchi (Lecco), IIS Badoni (Lecco), ITI Hensemberger (Monza), ITI Fermi (Desio -MB), IIS Leonardo da Vinci  (Carate -MB)

Patrocinio
Regione Lombardia

Per ulteriori approfondimenti, Vi consigliamo di consultare le seguenti fonti:

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: